Presentazione al Senato dell’asilo sociale “Il Villaggio Dei Saggi” e del calendario “Donne con la D”

Un progetto firmato bon’t worry INGO per un futuro sostenibile contro la violenza di genere
patrocinato dall’ENEA e dall’Arma dei Carabinieri

Il 26 Ottobre presso il Senato l’associazione bon’t worry INGO presenterà l’asilo sociale denominato “Il Villaggio dei Saggi” patrocinato dall’ENEA e dall’Arma dei Carabinieri. Il seguente è un evento patrocinato dall’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali (UNAR). La presentazione sarà moderata da Alma Manera soprano di fama e Presidente Onoraria della bon’t worry INGO. Apre l’evento la madrina del progetto, la Sen. Maria Rizzotti, Vice Presidente della Commissione contro la violenza di genere e verso le donne del Senato, oltre essere Vice Presidente della Commissione Giustizia e Socia Onoraria della bon’t worry INGO.

Partecipa il Sen. Maurizio Gasparri per un saluto. Interverranno la Dott.ssa Bo Guerreschi (Presidente bon’t worry INGO), l’avvocato Licia D’Amico, e l’avvocato Caterina Biafora (Membri Nazionali del Dipartimento Legale dell’associazione organizzatrice), il Dott. Carlo Maria Bassi (AD, GBSAPRI SpA) e sarà proiettato un saluto dell’On. Giusy Versace. In rappresentanza dell’Arma dei Carabinieri parteciperà un ufficiale e altri rappresentanti dell’ENEA.

Presente alla conferenza stampa anche l’amministratore unico di Mades Srl, dott.ssa Malaga Cavalea, che partecipa anche al calendario “Donne con la D”. La bon’t worry INGO ha firmato un protocollo d’intesa con l’associazione EOCBA per l’apertura dell’asilo in Egitto e all’evento parleranno Basem Salama Ibrahim (Presidente EOCBA Italia) e Georges Ayad Zaki Hanna (Presidente EOCBA Internazionale). Chiude Alma Manera con la presentazione del calendario 2022 “donne con la D” dalla stessa ideato per l’associazione.

L’Asilo, Il Villaggio Dei Saggi Per l’Economia Locale e La Sostenibilità

L’asilo denominato “Il Villaggio dei Saggi” nasce da un’analisi delle cause e concause della violenza della Presidente Bo Guerreschi. Una delle difficoltà economica e la difficoltà delle famiglie che troppe volte, si sentono usurpati delle dignità. Troppe volte non riescono con la gestione dei figli arrivando a lasciarli soli, o colpevolizzandoli di non poter lavorare o peggio, isolati nei loro pensieri o davanti alla tecnologia o tv.

Troppe volte queste situazioni portano dalla violenza fisica alla violenza psicologica o violenza assistita come arma di sfogo degli adulti, creando il fattore domino. Il villaggio dei saggi, cosi denominato, è un asilo sociale contro la discriminazione, che vuole acconsentire a tutti di poter lavorare tutti i giorni e creando momenti interattivi tra genitori e figli.

Gli asili vogliono riattivare l’economia locale dando un sostegno maggiore ad aziende e artigiani locali. Il più’ piccolo degli asili attiverà dai 110 ai 150 posti di lavoro con mobili sostenibili dove i bambini potranno studiare tre lingue, inglese, italiano e spagnolo e musica, teatro, disegno, sport e molto di più.

Condividi!
X

Caricamento riuscito. Grazie!